Category Archives: Articoli

Dal 28 maggio al 4 giugno 2022 – MIOPIA

Miopia – ametropia dell’uomo nei confronti del suo futuro

invito.miopia (1)

Solmaz Vilkachi nella mostra intitolata “Miopia” intende approfondire ed espandere la sua ricerca sul tema della crisi ambientale e del comportamento antropocentrico dell’uomo, vissuto dall’artista come un abuso efferato verso l’ambiente e verso le altre specie.

Il titolo della mostra “Miopia”, dal greco “chiudersi” e “occhio”, racchiude una narrazione metaforica sia, da un lato, della difficoltà di percepire con nitidezza l’entità del pericolo per ciò che l’intervento umano ha demolito e continua a demolire, sia, dall’altro, dell’atteggiamento di indifferenza nei confronti di ciò che invece vediamo o percepiamo ma che preferiamo non vedere.

L’artista utilizza materiali riciclati, come carta, legno e cartone, cercando di stimolare il senso di responsabilità rispetto a ciò che ci sta intorno e di sviluppare una nuova fiducia nella capacità di costruire il futuro tramite il linguaggio dell’arte come strumento per la creazione di uno spazio di dialogo e una nuova volontà nell’esplorare una possibile ecologia di co-esistenza tra umani e non-umani.

Dal 14 giugno al 1 luglio 2022 – COMPRESENZA

Compresenza

Compresenza è il titolo della nuova mostra curata da Anna Isopo presentata presso Arte Borgo Gallery dal 14 giugno. Il titolo, chiave di lettura della mostra, consente di approfondire un dialogo tra tre artiste apparentemente differenti tra loro, favorendo un incontro tra i diversi linguaggi contemporanei e gli aspetti personali delle singole protagoniste.  Nelle opere realizzate da Cinzia Inglese, Lola Llinares e Anna Paglia, dissimili ma in rilevante sintonia, si riscontrano personali osservazioni e sentimenti che creano una compresenza di indubitabile interesse per l’osservatore suggerendogli riflessioni profonde.

Cinzia Inglese artista di origini salentine e studiosa delle sue origini radicate in un rapporto oscuro e primordiale con la vita e con le forze più misteriose della natura umana. La sua carriera artistica nasce dal figurativo, con l’impiego delle tecniche di pittura ad olio ed acquerelli e viene vissuta per molti anni come una ricerca intimistica e privata, che la porta poi progressivamente all’acrilico ed all’impiego di sabbia, pietre, gesso, colle, carta, materiali di recupero ed oggetti utilizzati prima nel loro impiego ordinario e poi dando una vita simbolicamente nuova e permanente, infine resina e pigmenti.

Lola Linares artista spagnola autodidatta, tutte le tecniche che usa ogni giorno nei suoi lavori sono il prodotto di molta perseveranza, ricerca e autodisciplina. Lola utilizza una sua tecnica personale in cui combina surreali-astratti con un tocco di puro realismo, non ama essere incasellata. Quando dipinge vuole sentirsi libera. Durante la sua carriera artistica ha ricevuto importantissimi premi. Le sue opere fanno parte di collezioni private e Istituzionali.

Anna Paglia è nata a Castelnovo ne’ Monti, ha trascorso parte della sua vita a Genova, prima di tornare e stabilirsi a Cavola di Toano. La sua prima esposizione è del 2000, e pochi anni dopo ha contribuito alla fondazione della Galleria d’Arte Metamorfosi di Reggio Emilia. Tra esposizioni e riflessioni sui vari movimenti artistici, nel 2004 l’attenzione si concentra sul concetto filosofico del “Surrazionale”, ideato da Marcel Cadoni, ripreso e ulteriormente rielaborato dallo storico Franco Canova, dalla stessa Paglia, dal simbolista Paolo Navale: nel 2010 insieme a Canova e Cadoni fonda ufficialmente il “Movimento Surrazionale” con riferimenti al filosofo francese Gaston Bachelard (1884–1962).

Dal 24 ottobre al 3 novembre 2022 – PARADOXA

Immagine paradoxa

PARADOXA è il titolo della rassegna espositiva curata da Anna Isopo che si svolgerà nella prestigiosa e suggestiva sede del Museo Crocetti a Roma. La mostra inserita nella VII edizione di Rome Art Week “RAW”, settimana che la città di Roma dedica all’arte contemporanea, darà l’opportunità agli artisti di presentare le loro opere a critici, giornalisti, operatori del settore nonché un pubblico attento all’arte contemporanea.

Per avere maggiori informazioni e partecipare all’evento scrivere a: info@arteborgo.it

Dal 7 al 10 giugno 2022 – GLI ENIGMI GENTILI

Banner_gli enigmi gentili

A distanza di un paio di anni, torna sulla scena artistica romana, presso la Arteborgo Gallery, la giovane artista cinese Cheng Huili: torna accompagnata anche in questa occasione deal maestro Gianluigi Mattia, qui con lei per stima professionale e umana simpatia.

Questa personale, se da un lato conferma la grande qualità della sua pittura, per altro verso ci attenziona anche del grande lavoro che la giovane artista ha fatto in questo lasso di tempo nel mettere a fuoco quanto più possibile la dimensione onirica del suo immaginario.

Vi rintracciamo una contaminazione dichiarata con l’avanguardia storica Surrealista, ma questa, come allergerita da una gentilezza sottile e intrigante: forse, più di un acquisita suggestione che noi europei abbiamo dell’antica e raffinata cultura cinese.

Questi stranianti luoghi di Cheng Huili, ci emozionano: apparentemente solo convenzionali interni borghesi. In essi l’artista mette però in atto l’improbabile e il paradossale. Lo fa per scharade e paradossi, decisamente spiazzanti, dicevamo deliziosamente gentili.

In questa sua narrazione va anche rilevato come un persistente profumo di donna ed è forse, proprio nel suo DNA di genere, quello femminile, che si compie per intero ogni paradigma del suo immaginario.

In occasione di questo evento Mattia accompagna Cheng Huili con alcune opere degli anni ‘ 80. Un immaginario il suo, qui fortemente segnato dagli archetipi maschile-femminile: questi come bloccati nella loro complessità identitaria di sensualità e ironia, anche quando messi a confronto con il loro doppio animale.

Dunque…..una mostra da non perdere.

Dal 21 maggio al 3 giugno 2022 – SUBLIMINA

 

Banner

La Mostra

Il Museo Diocesano di Salerno diventa cornice ideale per ospitare le opere di artisti internazionali il cui filo conduttore della mostra dal titolo emblematico SUBLIMINA sottintende un discorso esteso su più visioni sensoriali. Gli artisti utilizzando diversi linguaggi danno vita a composizioni che evocano il sottile confine tra l’immagine e l’immaginario. Un imprevedibile confine che gli artisti affrontano catturando l’osservatore nel coinvolgente e affascinante connessione tra il titolo aleatorio e le singole interpretazioni.

Il Museo

Il Museo Diocesano è senza dubbio il più importante contenitore di opere d’arte di Salerno. La sede attuale non è quella originaria, ma corrisponde al recupero della struttura del Seminario Diocesano, che, con la Biblioteca e l’Archivio, costituisce un grande polo culturale della città e della provincia. L’attuale configurazione dell’edificio corrisponde ai lavori fatti eseguire nel 1832 dall’arcivescovo Lupoli. Il patrimonio artistico del Museo comprende opere che vanno dal Medioevo al XX secolo.

Alla selezione gratuita possono partecipare artisti di qualsiasi nazionalità e senza limiti di età. Non vi sono limitazioni relative a stile, tecnica, materiali e supporti. Gli artisti potranno fare richiesta di ADESIONE ENTRO E NON OLTRE IL 20 APRILE  2022

 

Per tutte le informazioni scrivere a info@arteborgo.it

Dal 13 al 17 maggio 2022 – LIGHT REFLECTION

Immagine

Venerdì 13 maggio 2022, nelle suggestive sale del Palazzo della Cancelleria Vaticana, si inaugura la nuova mostra personale di Axel Becker dal titolo LIGHT REFLECTION.  La mostra, curata da Anna Isopo con la presentazione critica di Giorgio Vulcano, propone una selezione di opere che testimoniano la rilevanza artistica nel panorama internazionale del pittore e scultore tedesco Axel Becker.

La storicità delle sale del Palazzo della Cancelleria Vaticana sono la cornice ideale per far risaltare la luce emanata dalle sculture e dai dipinti dell’artista. Un contrasto tra storicità e contemporaneità messo in risalto dalla complessità dei lavori realizzati con straordinaria capacità espressiva attraverso una sintesi estrema.

Axel Becker (Francoforte sul Meno, 15 dicembre 1965) è un pittore e scultore tedesco. Ha studiato economia ed è attivo come artista a livello nazionale e internazionale da oltre 20 anni.  Ha ricevuto numerosi premi d’arte in patria e all’estero per le sue opere. Si è qualificato per le Biennali d’Arte internazionali di Londra, Milano, Firenze. Le sue opere sono esposte in gallerie e musei di tutto il mondo.

Dal 7 al 26 maggio 2022 – DIVERGENZE TRA CONTRASTI E ANALOGIE

Immagine 1

Il 7 maggio presso lo spazio espositivo di Arte Borgo Gallery prende il via la mostra” Divergenze tra contrasti e analogie”. Fino al 26 maggio Antoni Kowalski, Sarah Peguero, Jean Marie Renault presentano al pubblico opere che rappresentano un importante contributo artistico alla contemporaneità espressiva. Tre artisti di grande spessore si confrontano tra analogie e similitudini.

Le opere di Antoni Kowalski sono ispirate dalla sua costante ricerca della verità spirituale.  Dalla complessità del tema con cui Antoni rappresenta lo spazio, tra materiale e spirituale, emergono cicli di opere con una poetica che incoraggia ad una riflessione. Un linguaggio artistico ricco di sfumature in cui risalta la notevole capacità espressiva.

Sarah Peguero con i suoi lavori pone l’accento su quanto il suo processo creativo, influenzato dalla sua formazione di Interior Design e dal mondo della moda, è vissuto con estrema libertà. Un processo spontaneo con una continua evoluzione di materiali e cromie. Un linguaggio elegante e ricco di emozioni racconta la sua anima.

Intense vibrazioni di colori sono le opere presentate da Jean Marie Renault. Un linguaggio estremamente personale identifica passione, emozione e sentimento. Armonie colorate sono la trasformazione della natura, in cui nuove composizioni creano un universo al confine tra figurazione e astrazione. Un viaggio che invita a sognare tra reminiscenza e stati d’animo.

Dal 30 aprile al 6 maggio 2022 – SCATTI D’AUTORE

Banner Loliva

Il giorno 30 aprile alle ore 18, alla presenza dello storico dell’arte Giorgio Vulcano si inaugura la mostra Scatti d’Autore presso lo spazio espositivo di Arte Borgo Gallery in Borgo Vittorio 25, Roma. Un’esposizione dedicata alla fotografia culturale e del paesaggio. Una serie di scatti che raccontano il territorio pugliese ed i suoi talenti, richiamando nei colori, nelle luci e nelle ombre il fascino autentico di una civiltà millenaria.

Dal 9 al 28 aprile 2022 – SCONFINAMENTI CREATIVI

immagine

Dal 9 al 28 aprile Arte Borgo Gallery ospita la mostra “Sconfinamenti creativi”.  Le opere di tre grandi interpreti del panorama artistico contemporaneo: Vito Carta, Marie-Pierre de Gottrau, Eric Hubbes dialogano tra loro celando fili invisibili tra passione e creatività.

Un incontro che unisce tre differenti modalità interpretative che rappresentano l’esigenza di delineare tra segni e forme un racconto e un privato che diventa universale.

Vito Carta artista visivo, rielabora immagini da scatti fotografici. La produzione particolarmente personale dell’artista accompagnata da passione, ricerca e sperimentazione dà vita ad opere dalla grande forza e capacità evocativa.  La sua esigenza di una sempre maggiore espressività comunicativa si convoglia nella tematica stilistica della labilità dell’immagine e della realtà, sempre vissuta come ricordo autobiografico, ed in quella contenutistica, idealmente contrapposta, tutta volta all’esasperazione ‘violenta’ dell’emotività.

L’arte rappresenta per Marie-Pierre de Gottrau una consuetudine. Nasce in una famiglia di artisti, disegnare e dipingere sono sempre stati per l’artista una familiarità.  Attraverso l’olio, la tempera o l’acquerello, esprime la bellezza di un mondo quasi mistico in cui per Marie-Pierre l’importante è evidenziare il soggetto che deve essere rappresentato in modo che sia il più espressivo possibile.

Per Eric Hubbes l’arte fa parte di sé e del suo benessere. Il disegno e la pittura hanno accompagnato da sempre la sua vita. L’artista realizza opere utilizzando una tecnica multimediale prevalentemente fatta di acrilico, carboncino, pennarello e gesso. I suoi lavori possono essere considerati astratti, psichedelici ed espressionisti con un’espressione surreale. Nascono in una tempesta di pensieri ed emozioni che si manifestano in una danza di forme, colori, vibrazioni e pensieri che si esprimono in movimenti frattali e a spirale.

Dal 21 marzo al 12 aprile 2022 – CLEOPATRA E IL MITO

2

Dal 21 marzo al 12 aprile l’Accademia d’Egitto a Roma ospiterà la mostra di Mirella Ventura “Cleopatra il Mito” a cura di Anna Isopo.

Una serie di dipinti tra cui alcuni inediti in cui l’artista interpreta con il suo stile la figura controversa dell’ultima Regina d’Egitto. Un omaggio che Mirella Ventura dedica all’imponente figura della Sovrana.

Ispirandosi anche alle opere di grandi artisti Mirella ha elaborato una tecnica che unisce pittura ad olio e particolari smalti che regalano lucentezza alle composizioni.

Translate »