Category Archives: Articoli

Dal 20 al 26 Ottobre 2018 – ART WORKERS

Mostra Internazionale di Arte Contemporanea presso la BIBLIOTECA ANGELICA

Banner

La mostra rientra nella terza edizione di RAW -Rome Art Week- manifestazione completamente dedicata all’arte contemporanea che coinvolge l’intera Capitale generando una fitta rete comunicativa e di interscambio culturale tra le varie infrastrutture espositive, tra artisti, critici, curatori, galleristi, collezionisti, appassionati di arte e addetti ai lavori.

Un’occasione di visibilità unica data sia dall’istituzionalità della location che dal format vincente di RAW che già negli anni passati ha riscosso enorme successo di pubblico, diventando un evento di ampio respiro internazionale.

Una panoramica generale e completa sulla vetrina delle tendenze dell’arte contemporanea che sarà inoltre occasione stimolante di confronto artistico /culturale.

Per partecipare scarica quindi il bando e la scheda di partecipazione ITAING 

 

Dal 21 al 28 Settembre 2018 – NUOVA COSCIENZA

Mostra personale dell’artista Junior Schön

21 - 28 Settembre 2018

Opere

Vaticano Sarcofago Rino white london Predio 3d Pingim cavalete Mãe rainha Lobo lua Jesus meditando Elefante cavalete Containers Apostolo Paulo Anubis Anjos e guerreiros

Dal 15 al 27 Settembre 2018 – L’ANIMA, IL COLORE, LA MATERIA

 

Mostra internazionale d’arte contemporanea a cura di Anna Isopo e Monica Ferrarini

L'anima il colore la materia

La mostra si propone di esplorare l’infinito e variegato mondo della creatività intesa come spazio di emozioni. L’anima, percepita come motore della creatività, si rivela attraverso le forme, le cromie, il modellarsi della materia e genera opere che, poste a confronto e dialogo, esprimono il loro vibrante trapelare di sentimento.

Ogni opera d’arte nasce come “moto di spirito” ed ogni artista ha motivazioni, ragioni e impulsi prettamente soggettivi che rivelano la grandezza della diversità dell’animo umano.

La collettiva intende quindi celebrare il potere dell’atto creativo e l’attività artistica come libera interpretazione e scelta passionale pura, sana, libera e svincolata da norme e codificazioni di tendenze e di mercato.

Scarica qui il bando ITAING

Dal 8 al 19 Settembre 2018 – CONTEMPORARY EMOTIONS

Contemporary Emotions” offer the possibility to show, in the charming space of Arte Borgo Gallery, a rose of carefully selected artists who will give birth to an exclusive path, full of a meaningful expressive value and an elegant stylistic research.

“Contemporary Emotions” offre la possibilità di esporre, nello spazio della Galleria Arte Borgo, opere di artisti accuratamente selezionati che attraverso i loro diversi linguaggi potranno liberamente esprimere la loro creatività in cui il coinvolgimento emotivo spazia tra diversità e semplicità comunicativa.

Contemporary Emotions

For more information about the exhibitions link ENG – ITA

Dall’11 al 31 Luglio 2018 – SUMMER IS ART 2018

Mostra Internazionale d’arte contemporanea

Bunner Summer is Art

Si selezionano artisti italiani e stranieri per la partecipazione all’esposizione “SUMMER IS ART 2018” dando l’opportunità ad alcune eccellenze di presentare le loro opere nel prestigioso spazio espositivo di Arte Borgo Gallery, incastonato nel Rione Borgo a Roma, tra l’imponente Basilica di San Pietro e il possente Castel S. Angelo. Il Rione Borgo ricco di storia richiama ogni giorno migliaia di persone alla scoperta di un piccolo quartiere che conserva il suo carattere popolare.

SUMMER IS ART 2018 vuole essere un tributo all’estate per la voglia di libertà che gli artisti in questa stagione portano dentro tra cromie e tecniche, libertà che lasciano filtrare dai loro lavori creativi, libertà che lascia percepire la gioia dell’estrosità e che viene proposta in modo originale con cristalline realizzazioni che illustrano un significato interiore.

_Maralba Focone Bicho canasto_Giorgio Piccinno Blu nordico_Sandra Levaggi Breathe Deep_Lee Panizza Estati d'animo_Raffaele Cappa Giardino Zen_Annamaria Maciechowska Il buon rifugio_Sandra Levaggi Inner dance_Silvia Burli IO, l'Ego, la Presunzione, il SE, la Metamorfosi_Paolo Mazzucato Keeping an Open Mind_Lee Panizza La condensazione dei corpi eterici_Paolo MazzucatoLa meditazione_Fredericha Taccari La pianista_Caroggi La verità_Fredericha Taccari La Violinista_Caroggi Le Favelande_Joana Fernandes La Cororella_Joana Fernandes L'origine dell'universo_Annamaria Maciechowska MaAncheNo_Fabrizia Folchitto Mani trattenute dal tempo_Maralba Focone NANO MADONNA_Katharina Goldyn NANO-I have a dream_Katharina Goldyn Nonmente_Raffaella Santoni Oltre il corpo_Giorgio Piccinno Pointing at the Moon_Lesley Bunch Può giovare_Raffaele Cappa RettangolAzioni_Fabrizia Folchitto Sisterhood_Silvia Burli Summer in the city_Beata Makowska Summer is Art_Sandra Levaggi Take My Name off the World_Lesley Bunch Terrazza sul mare_Adriana Pisciotta Torna a Surriento_Adriana Pisciotta

CATALOGO
LOCANDINA

Comunicati Stampa:

1 DSC_5152 DSC_5153 DSC_5154 DSC_5155 DSC_5156 DSC_5157 DSC_5159 DSC_5161 DSC_5162 DSC_5163 DSC_5167 DSC_5169 DSC_5171 DSC_5173 DSC_5174 DSC_5178 DSC_5179 DSC_5181 DSC_5182 DSC_5183 (0) DSC_5183 (1) DSC_5183 (2) DSC_5184 DSC_5190 DSC_5194 DSC_5198 DSC_5199 DSC_5200 DSC_5201 DSC_5202 DSC_5206 DSC_5211 DSC_5225 DSC_5229 DSC_5233 DSC_5235 DSC_5241 DSC_5244 DSC_5245 DSC_5247 DSC_5253 DSC_5254 DSC_5255 DSC_5256 DSC_5264 DSC_5272 DSC_5276 DSC_5278 DSC_5281 DSC_5283 DSC_5284 DSC_5290

Dal 28 Giugno al 6 Luglio 2018 – IL FASCINO DELL’INVISIBILE

Mostra collettiva e Premio d’Arte Internazionale – Sala Orsini a Palazzo Chigi – Formello (RM)

Locandina Formello

Il fascino dell’invisibile.

L’occhio dell’artista ha il dono di scoprire le cose e di vederle in modo diverso, la sua spiccata sensibilità gli permette di offrire a chi osserva immagini che vengono spogliate della loro veste usuale e che si caricano di nuova luce.

L’osservatore non può fare altro che godere di questo e di arricchire il suo animo grazie ad un nuovo punto di vista, ad una nuova angolazione con cui scrutare quello che lo circonda.

La mostra vuole dunque evidenziare la straordinaria capacità dell’arte di andare al di là del visibile per approdare ad un universo infinito fatto di mille sfaccettature.

Ogni opera d’arte, nella sua unicità espressiva, rivela una visione poetica della realtà, catturando alchimie invisibili e aspetti impercettibili per l’occhio “comune”: il banale si veste di lirismo e la materia si unisce allo spirito in un contatto di profonda intimità.

Chi osserva non dovrà far altro che lasciarsi guidare per mano da sculture e dipinti in uno straordinario viaggio introspettivo.

0

Il Premio del Pubblico “Il fascino dell’invisibile”: verrà conferito il giorno 6 luglio 2018 in occasione del Finissage della mostra. Durante il periodo della manifestazione, inserita nel programma culturale “Estate Formellese” ricco di eventi, il pubblico avrà la possibilità di votare l’opera preferita. All’artista, la cui opera avrà ricevuto più consensi, verrà consegnata  una targa personalizzata  dall’Assessore alla cultura di Formello che presenzierà la serata del finissage.

BROCHURE

1 (1) 1 (2) 1 (3) 1 (4) 2 3 DSC_4781 DSC_4785 DSC_4786.1 DSC_4786 DSC_4787 DSC_4788 DSC_4789 DSC_4790,1 DSC_4790 DSC_4791 DSC_4792 DSC_4793 DSC_4794 DSC_4795 DSC_4796 DSC_4797 DSC_4798 DSC_4799 DSC_4800 DSC_4801 DSC_4802 DSC_4803 DSC_4804 DSC_4805 DSC_4806.1 DSC_4806 DSC_4811 DSC_4812 DSC_4813.1 DSC_4813 DSC_4814 DSC_4815 DSC_4816 DSC_4820 DSC_4821 DSC_4823 DSC_4826 DSC_4831 DSC_4832 DSC_4836 DSC_4839 DSC_4843 DSC_4845 DSC_4847 DSC_4852 DSC_4859 DSC_4862 DSC_4864 DSC_4865 DSC_4866 DSC_4867 DSC_4868 DSC_4871 DSC_4875 DSC_4887 DSC_4892 DSC_4900 DSC_4909 DSC_4912 DSC_4913 DSC_4915 DSC_4919 DSC_4929 DSC_4940 DSC_4942 DSC_4951 DSC_4953 DSC_4958 DSC_4961 DSC_4966 DSC_5000

PREMIAZIONE da parte del Sindaco di Formello Gian Filippo Santi – targa “Premio del Pubblico”

2 3 4 5 6 7 DSC_4992 DSC_5000 DSC_5014 DSC_5015 (1) DSC_5015 (2) DSC_5015 (3) DSC_5015 (4) DSC_5021 DSC_5023 DSC_5027 DSC_5030 DSC_5033 DSC_5036 DSC_5041 DSC_5084 DSC_5092 DSC_5094 DSC_5097 DSC_5100 DSC_5102 DSC_5117 DSC_5119 DSC_5133 DSC_5136 DSC_5146

Dal 22 Giugno al 2 Luglio 2018 – ARTE LIBERA TUTTI

Mostra di Arte Contemporanea di Pittura, Scultura e Fotografia “Arte libera tutti”

Locandina_ARTE-LIBERA-TUTTI_Arte Borgo Gallery Roma_ PromArte_

 

“Nell’uomo autentico si nasconde un bambino: che vuole giocare.”

Friedrich Nietzsche

 

“Arte libera tutti” è il titolo della nuova collettiva di arte contemporanea promossa da PromArte che si terrà presso Arte Borgo Gallery a Roma, dal 22 giugno al 2 luglio 2018. Una mostra dedicata agli aspetti più liberi e ludici dell’arte, alla riscoperta del bambino, del fanciullo che è in noi.

Lo scrittore e sociologo francese Roger Caillois diceva che nel gioco si ritrovano le caratteristiche di libertà regolata, incertezza, improduttività, il tutto collocato in una dimensione fittizia. Caratteristiche che, a guardare attentamente, vestono molto bene anche il corpo meraviglioso e mutevole dell’attività artistica. Con la mostra “Arte libera tutti” PromArte vuole infatti, suggerire una forte affinità tra ciò che riguarda il ludico e quanto concerne invece la produzione artistica e creativa. Entrambi i territori sono percorsi tra l’altro da un brivido che si ricollega alla natura fortemente casuale che contraddistingue molte produzioni artistiche.

La casualità, l’azzardo si trovano del resto sia nel momento della realizzazione sia nei passaggi successivi, in cui l’opera esiste a tutti gli effetti nella sua concretezza. È in questa fase che entra in gioco una casualità ricettiva dell’opera d’arte, che, probabilmente, è ciò che permette la stratificazione semantica e interpretativa.

Le opere selezionate spazieranno tra i linguaggi artistici, dalla pittura, alla scultura, dall’installazione alla fotografia, e favoriranno la gemmazione dei significati e la riscoperta di una dimensione fanciulla del sé. Saranno inoltre oggetto di una presentazione critica da parte del Dott. Giorgio Vulcano, in occasione dell’inaugurazione, venerdì 22 giugno alle ore 17:30,

Il pubblico sarà in questo modo chiamato a confrontarsi con le opere in mostra, giocando con ciò che si trova di fronte agli occhi, azzardando uno spostamento laterale rispetto ai preconcetti e alle idee salde e ancorate, per ritrovarsi in uno spazio tutto da esplorare.

 

Artisti: Imelda BASSANELLO, Giulio BELLONI, Serafino BOTTICELLI, Caterina CALDORA, Stefano Lorenzo CAVANE’, Elisabetta CIALLI, Angelo COLANGELO, Danilo CORSETTI, Italo Tancredi DURANTI “DUDU”, Giusy Cristina FERRANTE, Ilario FIORAVANTI, Maura GOTTARDO, Riccardo GRASSI “BAM”, Carlo GUIDETTI, Angela KELLER, Maristella LARICCHIA, Fulvia LATINI, Federica MARIN, Walter MARIN, Enrica MAZZUCHIN, Giovanna OREGELIA, Silvano OTTAVIANI, Paolo REMONDINI, Sergio ROTA SPERTI, Celestina SALEMI, Claudio SECCIANI, Vincenzo SENONER, Sara SPOLVERINI, Josefina TEMIN, Giovanni TRIMANI.

 

 

Mostra: “Arte libera tutti”

Spazio espositivo: Arte Borgo Gallery, Borgo Vittorio, 25 – 00193 Roma

Vernissage: venerdì 22 giugno ore 17.30

Presentazione critica: Dott. Giorgio Vulcano, critico e storico dell’arte.

Durata: 22 giugno – 2 luglio 2018

Ingresso gratuito

Orari: lun: 15.00 – 19.00; mar – ven: 11.00 – 19.00; sab: 10.00 – 13.00; (domenica chiuso)

Organizzato daPromArte | info@promarte.it | www.promarte.it | T. +39 06 64833225 | FB | Instagram 

 

La serata del vernissage sarà ripresa dalle telecamere di Arte24 – il format televisivo al servizio della cultura e il servizio andrà in onda in 3 repliche su Rete Oro canale 18 digitale terrestre (Regione Lazio).

Dal 20 al 26 Giungo 2018 – HIC ET NUNC

Mostra collettiva e premio d’arte internazionale presso Ambasciata della Repubblica Araba d’Egitto

Organizzazione e Ideazione: Anna Isopo Arte Borgo Gallery e Monica Ferrarini Associazione M.F. Eventi

Ambasciata

LA MOSTRA

La mostra coinvolgerà artisti che interpreteranno, secondo i loro canoni di stile e ricerca, il concetto filosofico del “qui ed ora” espresso dal titolo.

In una dimensione finita e limitata nella quale l’uomo vive, chiuso spesso in una realtà materialistica e frenetica che tende a perdere e sottovalutare la dimensione spirituale, l’arte diventa un mezzo per aprire le porte dell’infinito e svela nuove aperture sul mondo.

Le opere d’arte esposte vogliono mandare allo spettatore un monito per godere il presente, il qui ed ora, nella consapevolezza delle proprie emozioni interiori e nell’armonizzazione dell’Io con l’Universo.

IL PREMIO:

  • Premio internazionale di arte contemporanea “Hic et Nunc”: verrà conferito il giorno del vernissage.
  • Una giuria tecnica selezionerà tra gli artisti partecipanti tre vincitori i quali si aggiudicheranno:
  • – Il primo artista la partecipazione gratuita con un’opera nella  mostra collettiva “L’Anima, il colore, la materia” che si terrà nella Sala Polifunzionale del Museo Crocetti in Roma dal 15 al 27 settembre 2018
  • – Il secondo artista la partecipazione gratuita con un’opera in una mostra collettiva che si effettuerà nello spazio espositivo di Arte Borgo Gallery in Roma entro il 2018
  • – Il terzo artista una targa personalizzata

LOCANDINA

Locandina

PROGRAMMA

Programma

COMUNICATI STAMPA

1 2 4 5 (2) 5 6 7 (2) 7 (3) 8.1 8 9 10 (2) DSC_4213 DSC_4214 DSC_4215 DSC_4216 DSC_4217 DSC_4219 DSC_4220 DSC_4221 DSC_4222 DSC_4223 DSC_4224 DSC_4226 DSC_4227 DSC_4228 DSC_4229 DSC_4230 DSC_4231 DSC_4232 DSC_4233 DSC_4239 DSC_4240 DSC_4242 DSC_4244 DSC_4245 DSC_4249 DSC_4253 DSC_4255 DSC_4258 DSC_4261 DSC_4262 DSC_4263 DSC_4267 DSC_4269 DSC_4272 DSC_4281 DSC_4283 DSC_4284 DSC_4286 DSC_4287 DSC_4293 DSC_4294 DSC_4296 DSC_4297 DSC_4299 DSC_4300 DSC_4301 DSC_4302 DSC_4304 DSC_4305 DSC_4306 DSC_4307 DSC_4308 DSC_4310 DSC_4312 DSC_4313 DSC_4315 DSC_4317 DSC_4318 DSC_4320 DSC_4321 DSC_4323 DSC_4326 DSC_4327 DSC_4330 DSC_4331 DSC_4334 DSC_4335 DSC_4339 DSC_4343 DSC_4345 DSC_4347 DSC_4348 DSC_4349 DSC_4350 DSC_4360 DSC_4378 DSC_4391 DSC_4398 DSC_4399 DSC_4403 DSC_4406 DSC_4411 DSC_4419 DSC_4422 DSC_4426 DSC_4430 DSC_4433 DSC_4436 DSC_4440 DSC_4441 DSC_4442 DSC_4444 DSC_4448 DSC_4449 DSC_4451 DSC_4456 DSC_4457 DSC_4461 DSC_4463 DSC_4470 DSC_4476 DSC_4477 DSC_4484 DSC_4487 DSC_4494 DSC_4521 DSC_4524 DSC_4528 DSC_4531 DSC_4533 DSC_4534 DSC_4535 DSC_4536 DSC_4537 DSC_4538 DSC_4541 DSC_4547 DSC_4549 DSC_4551 DSC_4553 DSC_4556 DSC_4560 DSC_4564 DSC_4570 DSC_4575 DSC_4581 DSC_4584 DSC_4588 DSC_4593 DSC_4597 DSC_4602 DSC_4610 DSC_4616 DSC_4619 DSC_4623 DSC_4624 DSC_4625 DSC_4626 DSC_4627 DSC_4630 DSC_4631 DSC_4632 DSC_4637 DSC_4644 DSC_4645 DSC_4646 DSC_4648 DSC_4649 DSC_4650 DSC_4651 DSC_4653 DSC_4654 DSC_4656 DSC_4657 DSC_4658 DSC_4661 DSC_4662 DSC_4664 DSC_4665 DSC_4666 DSC_4668 DSC_4669 DSC_4671 DSC_4677 DSC_4681 DSC_4683 DSC_4685 DSC_4687 DSC_4691 DSC_4693 DSC_4698 DSC_4701 DSC_4703 DSC_4706 DSC_4715 DSC_4719 DSC_4720 DSC_4725 DSC_4730 DSC_4735 DSC_4736 DSC_4739 DSC_4754 DSC_4764

Dall’11 al 20 Giugno 2018 – ANTONIO ESPOSITO

ANTONIO ESPOSITO

Antonio Esposito non si accontenta mai del suo percorso artistico, è sempre alla ricerca di materiali da sperimentare, tecniche da perfezionare, concetti da sviluppare. Tutto ciò fa di lui un’artista che mette in continua discussione se stesso e la sua ricerca stilistica per dar vita ad una produzione variegata dal punto di vista del concetto ma perfettamente riconoscibile dal punto di vista dello stile.

Esposto vive l’arte come estrema libertà di espressione e di interpretazione e ciò lo spinge a non dar mai titoli alle sue opere per lasciar l’osservatore libero di leggere in quello che ci regala ciò che sente più affine al proprio cuore, alla propria mente, ai propri ideali.

Di fronte alle sue tele chi osserva non potrà che lasciarsi rapire da un racconto che diviene soggettivo, libero nel proprio libero arbitrio di intendere quei tratti, quei materiali, quelle costruzioni secondo il suo intimo sentire.

Quello che emerge è una riflessione profonda sulla condizione umana che si dimena nel rapporto dicotomico reale/soggettivo. Molte sono le opere dove domina la distruzione, una distruzione che può essere decifrata sotto vari fronti come distruzione morale dell’uomo contemporaneo, devastazione intima e/o personale di un’anima che mai si accontenta o scempio naturale con riferimento ai cataclismi che colpiscono la Terra come se la Natura volesse ribellarsi di fronte alle nefandezze degli uomini che l’hanno violentata, sciupata, deturpata.

E ancora immagini che tornano soventi con richiami alla metafisica: la sfera, simbolo di perfezione e regolarità assoluta, ora in lamiera, ora realizzata ad olio e riflettente scorci di città sospese, di palazzi anonimi, ora protagonista indiscussa di opere che riescono ad andare oltre il reale, verso dimensioni sconfinate e sconosciute.

E ancora l’uomo appena delineato o raffigurato nella sua completezza ma pur sempre anonimo, una figura dentro la quale ciascuno di noi può identificarsi. Un uomo seduto in religiosa riflessione, a capo chino, in pose plastiche impegnato a sorreggere la sfera che diviene simbolo del peso del mondo, dell’umanità o dei propri pensieri, degli errori personali, dei rimpianti. Talvolta lo ritroviamo all’angolo delle tele, altre volte ci dà l’impressione di essene uno spettatore capitato lì quasi per caso, altre volte delineato e “chiuso” dalla stessa composizione prospettica dell’insieme o addirittura protagonista assoluto imprigionato in una griglia metallica richiamo alle costrizioni sociali, alle paure mentali, ai pregiudizi o ai concetti limitati e limitanti.

Se l’arte deve essere soggettiva, se deve essere un insieme di emozione e concetto, se deve stimolarci alla meditazione e non lasciarci impassibili di fronte all’immagine, se deve riuscire ad andare oltre il puro equilibrio armonico ed estetico, allora questo e molto di più ritroviamo nella produzione di Esposito, un’artista che non smetterà mai di donarci una parte di sé, nel pieno rispetto di idee e ideali del proprio spettatore.

Dr.ssa Monica Ferrarini

1  2 (3) 2 (4) 2 (6) 2 (5) 5 4 (2) 4 (3) 4 (2.) 3 (1) 3 (3) 3 (2) 6 (1) 6 (2) 6 (3)

Dal 28 Maggio al 9 Giugno 2018 – TALES OF ART

Mostra Mini Personale delle Artiste: Lubka Cibulová, Laura Dominici e Ann Pelanne

Locandina Tales of Art

Tales of art: racconti nel segno dell’arte tra tre artiste internazionali che si mettono a dialogo e confronto grazie ad una mostra che intende evidenziarne le potenzialità creative e sperimentali. Diverse tra loro per stile, tecnica ed esperienza esse daranno vita a percorsi narrativi volti a coinvolgere lo spettatore a livello emozionale e comunicativo: si creeranno sinergie artistiche e le varie opere entreranno in contatto tra loro al fine di far scaturire spunti di riflessione e discussione.

 

Lubka Cibulová: la sua ultima produzione si concentra sul riciclo di materiali e sulla volontà di mostrare oggettivamente come la capacità artistica sia in grado di dare una “seconda vita” a prodotti comunemente ritenuti di scarto acquisendo valore e fascino artistico. A partire da questo Cibulová crea opere polimatriche in un gioco sapiente di sperimentazione dove gli scarti edili diventano supporto fondamentale che si sposa ad altri materiali e alla pittura in un gioco dicotomico di forte impatto visivo. L’artista si diverte nell’indagare le potenzialità della materia scoprendone e facendoci scoprire la versatilità della stessa attraverso una serie di opere “intriganti” e innovative.

Lubka Cibulova'

Laura Dominici: i soggetti trattati partono da un contesto oggettivo, dal vissuto dell’artista e dalla sua realtà intima e privata, elementi che Dominici rielabora artisticamente al fine di dare un messaggio più ampio che va ad abbracciare ogni suo fruitore. Dalle prime sperimentazioni tecniche di carattere figurativo e paesaggistico si arriva ad una produzione concettualmente più profonda e complessa che tocca tematiche importanti sia di carattere sociale che introspettivo. Fondamentale l’uso delle cromie ora vivide e incisive ora leggere ed evanescenti, utilizzate sempre al fine di rafforzare il contenuto tematico di opere che trattano sempre una storia dove l’immagine sostituisce magistralmente la parola.

Laura Dominici

Ann Pelanne: le opere fotografiche in mostra rientrano nel ciclo racchiuso nel titolo “Water in me”, opere nelle quali Ann Pelanne riesce a catturare la bellezza originaria del Creato troppo spesso dimenticata, sottovalutata o trascurata e grazie alla sua sensibilità artistica ci restituisce immagini della natura che evocano un fascino primigenio e un senso di pace e quiete meditativa. Il paesaggio naturale diventa protagonista assoluto e si fa metafora di più ampie significazioni, un invito ad andare oltre l’oggettività apparente delle cose per riappropriarci del loro senso più puro, vero e profondo. L’ Acqua si fa simbolo di ritmo e armonia: elemento vitale per eccellenza da cui tutto nasce e prende Vita grazie alle immagini di Pelanne ci conduce in una dimensione contemplativa ed esplorativa.

Ann Pelanne2 Ann Pelanne1

INVITO

BROCHURE

1 DSC_4106 DSC_4108 DSC_4110 DSC_4111 DSC_4113 DSC_4114 DSC_4115 (2) DSC_4115 DSC_4116 DSC_4117 (1) DSC_4117 (2) DSC_4119 DSC_4120 DSC_4121 DSC_4126 DSC_4127 DSC_4128 (1) DSC_4128 (2) DSC_4129 DSC_4130 DSC_4131 DSC_4132 DSC_4133 DSC_4139 DSC_4142 DSC_4159 DSC_4162 DSC_4171 DSC_4172 DSC_4179 DSC_4184 DSC_4186 DSC_4206 (1) DSC_4206 (2) DSC_4207 DSC_4208 DSC_4209 DSC_4210

Translate »